PROGETTI IN NIGERIA 1973 – 1983

 

1973-1976

Eisenbau Essen GmbH (EBE), filiale della Ferrostaal AG di Essen, ricevette nel 1973 l'incarico di ristrutturare il mini-laminatoio della Nigersteel Industries Ltd a Emene, Enugu (l'ex Biafra) e, dopo la conclusione e la messa in servizio, incaricò Teodor Garabet di dirigere il progetto fino al 1976.

 

Nello stesso periodo e con le difficilissime condizioni logistiche dell'ex Biafra, Teodor Garabet riuscì ad acquisire ed eseguire per EBE diversi contratti successivi coperti da lettere di credito sia della Nigersteel che della locale Nigerian Coal Corporation. Contemporaneamente creò la base per avviare presso il Federal Ministry of Industries nuovi progetti per EBE a Lagos, la capitale della Nigeria.

 

1976-1983

A seguito della riuscita iniziale nell'Enugu e grazie alle prime relazioni fondamentali con gli organi decisionali locali, nel 1976 Teodor Garabet spostò le sue attività di acquisizione dall'Enugu a Lagos e ottenne la prima importante opportunità di partecipare ad una gara d'appalto a nove cifre del Federal Ministry of Industries per EBE.

 

Per quasi quattro anni, ossia dall'inizio del 1976 alla fine del 1979, Teodor Garabet acquisì per EBE (con l'appoggio della casa madre Ferrostaal AG) la commessa chiavi in mano per la costruzione di un laminatoio nella privilegiata ubicazione di Oshogbo. Questa acquisizione si svolse nel quadro di una durissima e corretta competizione globale contro diversi concorrenti di tutto il mondo. Dopo questo successo, fino al 1983 furono stipulati numerosi contratti successivi per un ammontare totale di circa mezzo miliardo di marchi tedeschi.

 

In concomitanza con le commesse per il progetto di Oshogbo dal 1980 al 1983, Teodor Garabet acquisì inoltre per EBE e per altre ditte numerosi studi e progetti ingegneristici per diverse nuove industrie del governo nigeriano, per un totale di circa 50 milioni di marchi tedeschi. Vi rientrarono anche la costruzione di uno stabilimento siderurgico integrato per laminati piani a Ikot Abasi.

 

Nell'estate del 1983, sotto la direzione di Teodor Garabet e delle autorità locali, fu posata la prima pietra dell'ultimo progetto di riferimento di EBE e Ferrostaal AG citato.

 

Dopo che Teodor Gabaret lasciò la Nigeria alla fine del 1983, nel 1989 EBE e Ferrostaal AG, insieme alla statunitense Reynolds USA, avviarono la commessa del valore di oltre cinque miliardi di marchi tedeschi con la nuova società ALSCON, in joint-venture con il governo nigeriano e nella stessa ubicazione di Ikot Abasi. La messa in servizio avvenne negli anni novanta. Si trattava di una trasformazione del progetto dall'originale acciaieria ad una fonderia di alluminio. Alscon fu acquistata nel 2006 dall'impresa russa Russal. Il progetto chiavi in mano della ALSCON fu il più grande nella storia della Ferrostaal AG.

 

Galleria di immagini

 

(c) 2013 INPEC ENGINEERING GmbH | HOME | NOTE LEGALI